David Tennant as the Tenth Doctor

Non ero ancora entrata nel tunnel del Doctor Who, e forse era meglio se ne stavo alla larga perché è il genere di cose che mi tiene incollata allo schermo senza sosta finchè non sono finiti gli episodi.
L’idea di una macchina del tempo in forma di Police Box, un universo in cui tutti parlano british, e un tizio che viaggia nello spazio in allstar. Ciao. Non sono ancora arrivata ai papillon (ma so che ci saranno: l’internet è pieno di spoiler involontari, e vabbè), ma il decimo dottore è stilosissimo.

Scopro in questo fansite che l’idea di abbinare le all star al costume è di David Tennant: già gli voglio più bene. In più secondo Wikipedia l’idea del look generale viene da un look indossato dal prode Jamie Oliver, un’altra delle persone più simpatiche del regno.

Completi gessati aderenti blu e marrone, giacche a quattro bottoni aperti e chiusi in diverse varianti, cappotto doppiopetto lungo fino ai piedi in stile anni 30 (regalatogli da Janis Joplin!) e cravatte larghe piazzano lo stile di questo doctor dalle parti degli anni 70, e tutto il suo abbigliamento è evidentemente su misura. Grazie a un appassionatissimo blogger  inglese ho scoperto che il completo marrone a righine blu è in realtà un non completo, composto da un pantalone di Gap e da una giacca fatta su misura…tagliando pantaloni di Gap (il pantalone era stato scelto come definitivo prima di scoprire che non esisteva il tessuto a metraggio per fare le giacche), mentre il blu (che dalle foto spesso non si vede ma è gessato a righe bordeaux) è un tessuto gessato a base blu ma tinto in un tono più scuro.

Non sono un’esperta della trama o delle rigenerazioni del personaggio, ma rispetto al precedente Christopher Ecclestone, David Tennant interpreta un doctor più attento al look e più attraente, in qualche modo: meno oscuro e taciturno, più eccentrico nel parlare e nel gesticolare, se il nono dottore passava attraverso qualsiasi epoca con il giubbotto di pelle, il decimo si confonde di più con i contesti terrestri e anche se non è costretto a coprirsi o cambiarsi completamente come la sua compagna, più spesso lo si vede interagire con la situazione anche a livello di colori e tessuti, in particolare si alternano spesso il look con la cravatta (che sono quasi tutte vintage o di ispirazione retrò) o con strati di t-shirt e camicie sbottonate. Anche la palette dei colori si alterna tra marroni e camicie chiare, mentre il blu ha un’aria più vivace e contrastata (personalmente trovo che con il blu sembri più giovane).

Anche se le all star con l’abito sono un tocco da hipster ormai superato, io lo trovo comunque adorabile e molto nel personaggio, specie all’inizio quando le converse in questione sono bianche – chi non si butterebbe in situazioni estremamente pericolose e soprattutto imprevedibili indossando un cappotto lunghissimo e le scarpe più leggere che la storia ricordi?

E gli occhiali.
Questi occhiali.
L’attore cambia letteralmente faccia quando li indossa e trovo che siano bellissimi (anche questi fatti fare apposta per il personaggio, ma Paul Smith ha dei modelli molto simili).
In generale trovo che il costume sia perfetto per il doctor di David Tennant, elegante e informale insieme, classico e contemporaneo, eccentrico senza esagerare.
Adoro i dettagli di cui è piena la serie – quando il dottore e Rose si infiltrano a una festa elegante come camerieri, hanno le divise del catering, eppure lui (che prima era in marrone) anche con lo smoking si ritrova in all star nere; il mettere e togliere il cappotto dell’episodio New Earth; il look virato sugli anni 50 degli occhiali di  The idiot’s lantern.

E la vespa blu come il TARDIS.

La costumista Louise Page dice che è il suo preferito.
Cuoricini a cascata.

Immagini © BBC

About these ads

2 thoughts on “David Tennant as the Tenth Doctor

  1. Come stile ed interpretazione è sicuramente il migliore. Eccleston gli sta dietro come caratterizzazione del personaggio, Smith solo come vivacità e dialettica. Per il resto c’è poca storia. ;)

  2. Ho appena scoperto il tuo blog, divertentissimo e interessante! Questo post è geniale.. Ma aspetta (come dicevi anche tu) di arrivare ai farfallini ;)))

tu che ne pensi?

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s