basics: pre produzione

La fase preparatoria di un programma è sempre la più impegnativa. Il cast non è ancora del tutto confermato, le prove non sono ancora iniziate, gli autori inventano qualcosa di nuovo ogni giorno mentre il resto dei reparti – produzione, redazione, scenografia, e infine noi- aspettiamo notizie.
Nello scorso lavoro c’era solo una sottile parete di cartone a separarci dalla stanza dove si decidono le cose quindi avevamo una sorta di anteprima, a questo giro invece c’è addirittura una vetrata da cui non si sente proprio tutto ma sembra di guardare la creatività in un acquario.

Stiamo preparando solo delle puntate speciali perciò anche se di solito la situazione si assesta una volta iniziate le riprese/le registrazioni/alla prima diretta, stavolta non andrà così, ma continueremo nel panico dell’ultimo minuto fino, ehm, all’ultimo minuto, probabilmente.

Ci sono tantissime cose da fare, sistemare i materiali vecchi, cercare quelli nuovi e ogni giorno c’è qualcosa di nuovo che salta fuori e il resto è correre in giro per negozi, un milione di telefonate, cordialissime pubbliche relazioni, ma soprattutto correre. Non sempre quello che si cerca è qualcosa di immediato allora bisogna
-telefonare ai negozi, sapendo che alcuni sono simpatici, altri hanno le famose commesse-apprendiste che non sanno niente di niente, altri sono antipatici, altri sono negozi costosi e non ti dicono i prezzi per telefono obbligandoti ad andare fino a là (indovinate quali sono i miei preferiti)
-chiamare i fornitori soliti: ognuno ti proporrà una cosa, nel migliore dei casi obbligando gente a cercare delle cose e alla fine dirai di no a tutti tranne a uno, ma con un sottile senso di colpa che viene dal fatto che tutti gli altri vedranno esattamente quella cosa che gli hai chiesto e che ti hanno cercato MA che poi hai preso da qualcun altro
-fare lunghe ricerche su internet; le mie le faccio rubando il computer a un simpatico fanciullo in produzione, che se va avanti così, tra un po’ quando si alza si porta via la sedia per evitare di ritrovare me al suo posto ogni volta che torna, e in macchina dall’iPhone, ormai sto diventando brava anche se la tim non è più mia amica
-correre. letteralmente. la temperatura milanese di questi giorni è esageratamente impegnativa e dover attraversare la città che sia in macchina o con i mezzi non è mai piacevole, è costoso e inquina ed è praticamente estate e siamo vicino a un parco, che mette a dura prova la forza di volontà che dovrebbe spingerti in centro o all’ovs o dai cinesi evitando di pensare alle gelaterie 

Ma soprattutto, bisogna fare dei compromessi? da quando faccio questo lavoro non mi è mai capitato di dover dire no a una richiesta, perché anche se è faticoso e ti manda fuori di testa, perché la fretta e perché la gente a volte si impunta e perché il budget e perché la qualunque, alla fine SI OTTIENE TUTTO. Datemi un po’ di giorni e un po’ di soldi e in linea di massima sarai vestito ESATTAMENTE come vuoi.
(probabilmente scrivendolo qui adesso mi sto procurando una gigantesca quantità di sfiga in arrivo, ma mi sento di tirarmela).
So far, so good.

(quello nella foto è il reparto costumi di Mad Men – inutile dirvi che il nostro non ci assomiglia per niente, e non solo perché al momento il nostro cast confermato conta ben sette persone: non ho mai visto un magazzino così spazioso. invidia)

About these ads

2 thoughts on “basics: pre produzione

  1. Quando arriverà l’ultimo minuto potremo sapere anche di che produzione stiamo parlando?
    Perchè è bello il dietro le quinte e il tuo racconto di V3 (Vita vera vissuta), però io son sempre curiosa come una faina.

    • uhm diciamo che magari su twitter potrebbe esserci un alert dell’ultimo minuto, ma la verità è che da contratto non posso divulgare informazioni interne per questioni di privacy diritti d’autore esclusive eccetera, quindi sono obbligata a rimanere sul vago per non farmi riconoscere e per non rovinare a nessuno il bello della diretta. ma tu stay tuned.

tu che ne pensi?

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s