Classics: Tank girl (1995)

Passano gli anni e tutto, ma questo rimane uno dei film più assurdi e divertenti che io abbia mai visto, scoperto per caso su tele+ e passato a tutti quelli che conoscevo per diffondere il verbo della fighezza assoluta di Tank Girl.
Basato su un fumetto inglese molto più famoso, la protagonista, Rebecca, ribelle cyberpunk, si muove in un mondo di siccità, canguri mutanti e cattivi a circuiti elettrici con un carro armato che spara lattine di birra.
Questa è la premessa.
Tra look ispirati alle illustrazioni originali, cambi non raccordati, capelli che cambiano a ogni inquadratura, il lavoro sui costumi di questo film è un capolavoro di nonsense e mix tra generi. Non a caso la creatrice è Arianne Phillips, che di recente ha vinto il Costume Designer Guild Award per W.E. ma soprattutto è la personal stylist di Madonna.

Ora, io il film ce l’avevo non dico in dvd, ma in videocassetta (ah, gli anni ’90). Quindi le immagini sono recuperate dal pregevole mondo dell’internet, fatevene una ragione, ed è già tanto che sono riuscita a destreggiarmi tra i milioni di cosplay che invadono google image search.
Bisogna tener presente l’ambientazione apocalittica della storia, quindi niente negozi di vestiti ma soprattutto, cose riciclate e mescolate tra loro alla meno peggio. Ecco perché in questo 2033 sono tutti vestiti come nel 1994. Prima della sua cattura Rebecca, interpretata da Lori Petty, la surfista di Point Break, sembra subire le influenze del punk inglese:

E anche quando viene messa al lavoro dalla W&P, la sua tuta da operaia subisce diverse “personalizzazioni”

Ma è quando prende possesso del carro armato, arredato all’interno che pare un mix tra un negozio cinese che vende tutto, una cantina messicana e la stanza di un’adolescente, che anche il suo look si allontana da QUALSIASI COSA SENSATA, per produrre cose così:

Infatti, quando Rebecca e Jet arrivano a Liquid Silver, dove per entrare passano da una procedura di trasformazione che dovrebbe farle diventare come le altre ragazze locali, loro emergono con un’eleganza che neanche i metallari al ballo della scuola:

(Qui si vedono molto meglio i due costumi)
E c’è un reggiseno a bombe atomiche, roba che Lady Gaga, lèvati:

Jet, che ricordiamolo è Naomi Watts prima di diventare figa famosa, invece, dal carattere decisamente più contenuto, è la cervellona della coppia, una che calcola e ragiona anziché sparare a prima vista, si allontana dall’eccentricità di Rebecca mischiando a uno stile più sobrio elementi militari e anni ’70:

(io vedo un elmetto argentato ed è subito Jesus Christ Superstar)

La cosa più WTF del film, comunque, è che procedendo in linea cronologica senza flashback o confusione alcuna, se ne frega della continuità, e l’edizione non tiene quasi mai conto degli evidenti cambi di acconciatura e costumi. Del resto, anche il fumetto su cui è basato esce dalla logica di personaggio vestito sempre uguale ma si scatena nella creazione di n look diversi per la protagonista.
Per concludere, ecco un video (fan-made) che mostra diverse delle cose a cui mi riferisco:

Insomma anche solo per il LOL vi consiglio di dare un’occhiata a questo film.
L’avete visto? Vi è piaciuto? Vi siete divertiti? Vorreste tornare negli anni ’90 in cui il futuro si poteva immaginare così?

immagini © Metro-Goldwyn-Mayer Studios Inc. e © United Artists Pictures Inc

tu che ne pensi?

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s