Breaking Bad – intro

pilot

pilotAllora.
Sui costumi di Breaking Bad c’è un sacco da dire.
C’è un sacco da dire su Breaking Bad, in generale.
Purtroppo io ero impegnata a fare altro e a guardare serie mediocri prima di scoprire questo capolavoro dell’intrattenimento americano, quindi non faccio in tempo a dirvi tutto per bene e come vorrei prima del gran finale di domani. Quindi questa, come dice il titolo, è un’introduzione ai post che seguiranno su Breaking Bad. Comunque ci sono degli spoilers giganti per chi non è arrivato a mangiarsi le unghie in attesa dell’episodio finale.

Mi sento anche di avvertirvi subito che sui colori di Breaking Bad ci sono un milione di teorie alle quali eviterò di fare riferimento: a parte che sono troppe, come sapete se state ancora leggendo, scopriremo come finisce tutto intorno a domani (scopriremo? io scoprirò, e se non fosse che domani ho da registrare un rvm mi darei malata per stare a casa e piangere come Aaron Paul) o nei prossimi giorni (no davvero, voglio vedere chi è in grado di aspettare), quindi fare un commento a posteriori mi sembra più costruttivo delle teorie del complotto!!1!. L’unica cosa che mi sento di sottolineare è che il modo in cui è vestito Walter nel punto in cui lo abbiamo lasciato nell’ultimo episodio è lo stesso in cui festeggia il suo compleanno con la colazione gratis, quindi. Il cerchio si chiude (cioè, la verità è che le teorie del complotto non sono il mio forte).

walt 5-15b

Heisenberg. A Bryan Cranston bastano il cappello e gli occhiali per diventare un altro personaggio nel punto di svolta dell’intera serie; il cambiamento radicale dell’uomo Walter White è affidato visivamente a due accessori che escono dal suo “solito”; nel corso delle cinque stagioni, il cappello ritorna ogni volta che Walter ha bisogno di esplicitare il suo ruolo. Indossa il cappello e immediatamente tutti si rendono conto di chi abbiano davanti. Indossa il cappello e Walter diventa Heisenberg.

Vince Gilligan ci tiene ai costumi. Le costumiste Kathleen Detoro e Jennifer L. Bryan interpretano sicuramente scelte autorali più forti del normale rispetto ai costumi – non è certo la situazione in cui sembra che gli attori si siano portati i vestiti da casa.

I colori.
Per una serie drama il fatto che i personaggi siano abbinati a un colore è una cosa strana forte. Una caratterizzazione così forte di solito si vede nelle serie per bambini, perchè aiuta a riconoscere i personaggi. Avendo visto praticamente tutte le cinque stagioni in due settimane, vi posso dire che la cosa all’inizio mi disturbava un po’. Deformazione professionale o no, penso che sia difficile ignorare che Hank è sempre vestito di arancione e che Marie vive in una nuvola viola.

hank purple flowers 3-7

colori 3-9

season2 mini

jesse's car s1

tute gialle season 3

Vince Gilligan utilizza i colori ad hoc non solo nei costumi ma anche nelle scene in modo simbolico, creando un livello in più di lettura della serie. Gli esempi sono tantissimi e forse i più netti sono la macchina rossa di Jesse, il rosa del peluche precipitato, le diverse tute di protezione per lavorare. La cura dei dettagli ha del maniacale – i palloncini colorati per augurare a Hank una pronta guarigione, ma che razza di palloncini sono quelli? palloncini rossi? perché? da cui le mille teorie complottiste secondo le quali la maglietta di coso nella tale puntata random è la chiave per capire il finale in anticipo.

Avete già visto tutti Colorizing Walter White’s Decay, la faticosa infographic che riassume le sfumature dei colori chiave di ogni personaggio con tanto di punti chiave in cui ci sono dei grossi cambiamenti. Gran bel lavoro, se non fosse che le costumiste della serie vengono citate solo in un edit dopo che un commento fa notare all’autore che un minimo di credito sia da dare anche a loro (grazie, eh), ma arriva fino al midseason finale della quinta stagione. Siccome io invece sono precisina (e pazza), quello che ho fatto io è stato cercare o procurarmi quasi tutti gli screenshot di tutti i cambi di tutti i personaggi principali, e questo è il motivo principale per cui seguiranno parecchi altri post.

Così ne parliamo con calma.

Ma soprattutto, così ho il modo di pubblicare tutte le felpe di Jesse Pinkman tutte insieme.

ora, cose gratuite:

season1

jesse foto

fotoa

foto8

foto7

foto2

foto1

foto 8

fato 0

(facendo questo lavoro di recupero delle screencaps, ho avuto modo di confermare di nuovo con calma quanto sia strepitosa la fotografia della serie. Breaking Bad non ti tiene incollata allo schermo solo per la trama, si tratta veramente di un gioiello).

A presto.

1 thought on “Breaking Bad – intro”

tu che ne pensi?

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s