Orphan Black

orphanblack_sarah

Ogni volta che vedo Orphan Black finisce che mi chiedo: ma la Tatiana Maslany, ce le avrà ogni tanto delle pause? Quanta gente le sta dietro per ricordarle quale personaggio deve fare? Finisce che me lo chiedo, nel senso che me lo chiedo quando l’episodio è finito perchè durante la visione tendo a dimenticare che è sempre la stessa attrice a fare cinque/sei ruoli di cui alcuni sono pure Helena che si spaccia per Sarah che si spaccia per Beth, o Alison che si spaccia per Sarah, o viceversa. Posso dire che la BBC è il meglio del meglio del meglio, anche quando lavora in America?

E Maslany è bravissima, perchè cammina e parla (ho dovuto googlare per scoprire che non è inglese) e gesticola e alza gli occhi al cielo in un modo diverso per ognuna delle ragazze del club c-word (pare che si sia fatta delle playlist diverse per ogni personaggio), ma ovviamente, ovviamente quello che distingue i personaggi è soprattutto il costume, parrucche e trucco compresi. Ho pensato subito che Maslany fosse  amicona di tutto il reparto oppure odiasse le costumiste e le parrucchiere, senza vie di mezzo, visto che probabilmente si inseguono a vicenda tutto il tempo sul set.

“We have an amazing hair and makeup and costume team who are just total artists. They give me so much, because when you look in the mirror, your perspective of yourself changes based on how you look and how you feel about how you look,” (Lucky Magazine)

Immagino ragazze che corrono con parrucche e cappelli e cappotti e giubbini in mano tutto il giorno.

Parrucche, per prima cosa:

orphan-black-collage

Se alcune scelte possono sembrare perfino macchiettistiche o didascaliche (l’immigrata europea, la –letteralmente – scappata di casa inglese, la mamma di provincia, la nerd hippie, la pazzah, la brava ragazza poliziotto e l’ultima aggiunta, l’invasata di scienza) , io credo che sia proprio il sottolineare lo stile diverso dei personaggi a rendere ancora più credibile l’illusione che non sia sempre la stessa attrice in sei-sette ruoli diversi (niente, questa cosa mi lascia sempre comunque sconvolta).

punk rock ho

Così se il primo segnale a far sospettare Paul (che ci mette comunque qualche episodio) che quella non sia proprio Beth è una maglietta dei Clash (apparentemente sufficiente per essere chiamata punk rock ho,

tumblr_mt8yqqdBQi1si3tc1o1_500 ma dico, scherziamo?), il fatto che Beth non stesse proprio bene è quello che permette a Sarah di sostituirsi così facilmente e di far passare per normali cose che per la Beth a posto forse non sarebbero così normali, vedi la maglia dei Clash, e inclusa pure la tappa di Helena in distretto, in cui l’amico nota la faccia sfatta ma non il cappello (normalissimo, no?).

417167-orphan-black-orphan-black

Fin dalle prime scene è evidente che Sarah Manning e Elizabeth Childs sono due persone molto diverse, una con le parigine e lo zainetto di tela, l’altra che si toglie le scarpe belle e la borsa per buttarsi sotto il treno, e anche se la faccia di Sarah mentre osserva perplessa il noioso armadio di pezzi da ufficio di Beth non lascia immaginare nulla di promettente, in realtà l’abbigliamento convince tutti i suoi ex colleghi, anche se Sarah si lascia sfuggire troppo nero rispetto a Beth. E l’alternarsi di scambi di identità nel corso della prima stagione funziona perchè tutte le volte comprende uno scambio di abiti; e il vestiario è la cosa più evidente che definisce una persona dall’esterno.

OrphanBlack_S1_E03_16_photo_web-1024x576 16764841001_2224038575001_vs-5140d753e4b0c6fbec9fdd93-590065947001 OrphanBlackVariation1

Ma appena Sarah è di nuovo Sarah, non c’è dubbio:

ob_ep101_102_d3_0092.JPG ob11-648x400 eebfa2624aa43196f9ba076e3a8e3bed

L’immancabile giubbino di pelle, punto chiave di una scena molto importante (spoiler), è quello che racconta immediatamente che quella è Sarah, così come il parka di Helena, il cappottino rosso di Cosima, il piumino smaniato da mamma di Alison, la pelliccetta glam di Katja e l’impermeabile di Beth.

rs_560x415-140331105829-560.Orphan-Black-2-jmd-033114

f857991ff964a6f1_alison2.xxxlargeOB104_SarahCrazyLg Orphan Black S1 (5) orphan-black-rachel“Soccer bitch” Allison, con la frangetta piastrata, le sue tute e i suoi maglioncini da desperate housewife;  Helena la pazzah, sporca e spettinata e sempre con qualcosa di bianco perchè è una fanatica religiosa, e il suo parka protagonista insieme al giubbino di pelle di uno scambio chiave, che poi finisce maluccio; Cosima (Cosima. Ma. Che. Nome. E’.) la nerd con tutti gli accessori e le stampe da hippie di Berkeley, e i dread; e infine Rachel, la corporate bitch, la donna in carriera fredda e spietata con la sua giacca firmata (sarà di Zara, ora che l’ho scritto) e il suo caschetto che mi ricorda tanto quello di Cate Blanchett nazista in Indiana Jones: come dicevo, forse alcuni look sono esageratamente caratterizzati, ma nonostante i giochi di identità, non si ha mai l’impressione di non sapere quale sia il personaggio in scena*.

505_orpahn_640

Per concludere, una nota sui costumi anche di Felix, anche lui di solito caratterizzato dal nero (anche per sottolineare la sua affinità con Sarah), ma capace di regalare momenti strepitosi quando anche a lui serve vestirsi diversamente per entrare in un ruolo, che sia clubber underground o suburban bartender:ku-xlarge Felix05_zps5b830329 felix-orphan-black

Per concludere questa sviolinata di apprezzamento sia per la serie (una delle serie action più interessanti del momento, altro che Revenge; mi ricorda quasi il livello delle prime stagioni di Alias, altro prodotto con costumi da far girare la testa; inoltre, moltissime donne e poco piagnisteo, YAY), sia per Tatiana Maslany, sia per i costumi: con la seconda stagione sembra che la costumista sia cambiata (nella 2.01 i credits sono per Debra Hanson e non più per Laurie Drew), ma visto che non c’è stato un gran stacco temporale tra gli eventi della prima e la seconda non mi aspetto grossi cambiamenti, ma sono curiosa di vedere come svilupperanno eventuali altri personaggi.

*voglio dire, in Game of Thrones è cambiato l’attore che faceva un personaggio (l’hanno vestito uguale, ma con una parrucca diversa, che cavolo) e io me ne sono accorta leggendo un articolo da nerd, durante l’episodio ho semplicemente pensato “e questo chi è”, dando per scontato che fosse uno dei centomila personaggi di cui non mi ricordavo. Forse non è una scelta molto intelligente per una serie con duemila comprimari. Oddio, forse non c’entra nulla con Tatiana Maslany e Orphan Black, ma ci tenevo a dirvelo.

 

tu che ne pensi?

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s