comunicazione di servizio

1234262_10151836427759043_323230720_nVisto che continuo ad avere segnalazioni di condivisioni facebook ma non so chi condivide (e ho la mania del controllo, immagino, visto che questa cosa mi infastidisce), adesso abbiamo pure la pagina facebook. Andate e diffondete il buon gusto alla faccia delle malvestite di tutti i piccoli e grandi schermi.

(poi, prima o poi capisco anche come renderla interessante e utile)

 

Advertisements

Breaking Bad – intro

pilotAllora.
Sui costumi di Breaking Bad c’è un sacco da dire.
C’è un sacco da dire su Breaking Bad, in generale.
Purtroppo io ero impegnata a fare altro e a guardare serie mediocri prima di scoprire questo capolavoro dell’intrattenimento americano, quindi non faccio in tempo a dirvi tutto per bene e come vorrei prima del gran finale di domani. Quindi questa, come dice il titolo, è un’introduzione ai post che seguiranno su Breaking Bad. Comunque ci sono degli spoilers giganti per chi non è arrivato a mangiarsi le unghie in attesa dell’episodio finale.

Mi sento anche di avvertirvi subito che sui colori di Breaking Bad ci sono un milione di teorie alle quali eviterò di fare riferimento: a parte che sono troppe, come sapete se state ancora leggendo, scopriremo come finisce tutto intorno a domani (scopriremo? io scoprirò, e se non fosse che domani ho da registrare un rvm mi darei malata per stare a casa e piangere come Aaron Paul) o nei prossimi giorni (no davvero, voglio vedere chi è in grado di aspettare), quindi fare un commento a posteriori mi sembra più costruttivo delle teorie del complotto!!1!. L’unica cosa che mi sento di sottolineare è che il modo in cui è vestito Walter nel punto in cui lo abbiamo lasciato nell’ultimo episodio è lo stesso in cui festeggia il suo compleanno con la colazione gratis, quindi. Il cerchio si chiude (cioè, la verità è che le teorie del complotto non sono il mio forte). Continua a leggere