Ancora su The Artist e Mark Bridges

Ancora su The Artist e Mark Bridges

Vanity Fair USA ha pubblicato (non me ne ero accorta prima, lo so) un articolo con alcuni bozzetti dei costumi di The Artist, se vi interessa dategli un’occhiata, è curioso vedere la differenza tra i colori degli abiti.

Vanity Fair USA ha pubblicato (non me ne ero accorta prima, lo so) un articolo con alcuni bozzetti di Mark Bridges per i costumi di The Artist, se vi interessa dategli un’occhiata, è curioso vedere la differenza tra i colori degli abiti.

And the Oscar goes to…

Image

Così alla fine ha vinto The Artist (oltre ai costumi, miglior regia, miglior attore, colonna sonora, miglior film) e questa è una bella notizia perché di nuovo ha vinto un film europeo. Non ho visto tutta la cerimonia ma ho scoperto dai servizi di Sky che l’Academy è come sospettavo popolata soprattutto di uomini sopra i sessanta e che comprende gente come Vin Diesel e Lorenzo Lamas (che la dice lunga).
E in più nel segmento “in memoriam” sembra si siano dimenticati della grande Eiko Ishioka, che aveva anche vinto un Oscar per i costumi di Dracula di Bram Stoker.