I premi che contano 2016 (fate vincere tutto a Mad Max Fury Road)

qui è dove con tutta la mia spocchia vi commento brevemente cosa dicono quest’anno le nomination degli unici premi che mi piacerebbe vincere nella vita

(un altro post con le figurine)
(l’anno scorso ho saltato)

I premi del cinema sono le uniche occasioni in cui quelli che non sono nerd o del mestiere sentono nominare le parole Costume Design. Poi vedono ste sconosciute o sti sconosciuti che ritirano la statuetta in velocità e via, dimenticati di nuovo. qui è dove con tutta la mia spocchia vi commento brevemente cosa dicono quest’anno le nomination degli unici premi che mi piacerebbe vincere nella vita. Mi rammarico della scarsità di link ma cercherò di provvedere

Continue reading “I premi che contano 2016 (fate vincere tutto a Mad Max Fury Road)”

Orphan Black

Ogni volta che vedo Orphan Black finisce che mi chiedo: ma la Tatiana Maslany, ce le avrà ogni tanto delle pause? Quanta gente le sta dietro per ricordarle quale personaggio deve fare? Finisce che me lo chiedo, nel senso che me lo chiedo quando l’episodio è finito perchè durante la visione tendo a dimenticare che è sempre la stessa attrice a fare cinque/sei ruoli di cui alcuni sono pure Helena che si spaccia per Sarah che si spaccia per Beth, o Alison che si spaccia per Sarah, o viceversa. Posso dire che la BBC è il meglio del meglio del meglio, anche quando lavora in America?

Continue reading “Orphan Black”

Vestirsi al buio (period edition): Reign

nXsRPoK Ho visto il pilot di Reign solo perchè mi è stato suggerito su twitter e in effetti. Drammone rinascimentale, già nei primi cinque minuti mi pareva già destinato a diventare una soap, e se i costumi mi lasciavano dei dubbi, al minuto circa dieci, con l’apparizione delle amiche fashion bloggers (cit.) ho capito che c’erano grossi problemi di COSE A CASO. L’illuminazione: Reign è un Pretty Little Liars cinquecentesco.

Continua a leggere